abitude

joy

 

In un mondo di persone tristi, perennemente incazzate,
ipotetiche calamite dei disastri del mondo,
io voglio pensare alla gioia.

E’ lo stupore che nasce sul volto di molti
quando qualcuno è felice.
Magari salta, ride, non lo nasconde.

Siamo abituati al male
come unica condizione conosciuta.
Dal male ci si difende
forse per abitudine
– ne siamo immuni ormai-

è dal bene
che è impossibile difendersi

Il bello è che ti prendono per matto quando accade
come se fosse pazzia.

La pazzia è la sublimazione dell’io
è l’altra dimensione
alienazione della tristezza.

Tiro dadi e gioco a campana.
Ma no, io in fila non ci sto

 

 

who's?

bloggers

 

cos’è un blog?

Avevo fatto un post lungo, ma così lungo che ho pensato bene di cancellarlo. Oh.. era un post con tutti i linkaggi dei blog che leggo con minuziosa attenzione degli orari e l’ordine di lettura. Con commenti per il loro post che io adoro o per le musiche che scelgono. Al top del gradimento musicale attuale, a mio gusto, la musica in sottofondo del blog di Wynck. Rilassa.

Non so esattamente che diavolo di post volevo fare oggi. A dire il vero, io non so mai che post fare e vi confesserò (come se fossi in un vero confessionale) che ancora non ho capito a cosa servano i miei blog. Questo e quello, il moreferarum, privato, che Lui ama definire Nostro (anche se ci scrivo solo io). Ma non voglio perdermi in troppe inutili parole.

Amo il blog di Kub perchè è semplice. Diretto. Maschile.
Adoro il blog di Rosa che è un sasso delicato nell’acqua e smuove sempre qualcosa nella sua semplicità.
Sono una fan di Almost, per le tante cose che sa e che sa condividere.
La delicatezza e le dita tristi di Ubermensch;
La gioiosità di JeneregretteRien
Le briciole mai noiose di briciolanellatte
La timidezza di MonicaCacianotti
La solarità di Blues
L’ironia di Siddal
La rabbia di PrecipitandoSiVola
(quello che mi manca di Nicole)
e tanti altri ancora
che nelle pause/tempo, visito.

Ma un blog cos’è?
I blogger chi sono. Chi siamo?

Recentemente avevo degli amici a cena. Come spesso accade. Parlammo del più e del meno. Di come buttiamo via il nostro tempo e del tempo che ci manca. Entrammo nel l’argomento web. Cazzo, hanno quasi tutti un blog! E nessuno di noi sapeva dell’altro. Finimmo la serata con due portatili sulla tavola a girare per la rete e leggerci e scambiarci i vari indirizzi delle nostre case vistuali.
Ma io sono all’antica e mi perdoni il Dio della rete se preferisco, comunque sempre quelle risate vere e spontanee nate intorno ad una tavola con un buon vino rosso. E’ bello guardare negli occhi di chi si ha di fronte l’emozione delle parole che poi verranno scritte.

odori

autumn

 

L’odore dell’autunno è già molto forte.
Pioggia non più estiva, irruenta, improvvisa.
Pioggia nell’aria.

Il tempo è una puttana.
E’ sempre troppo breve mentre succhia
le risorse di un lungo inverno.

Un libro della Mastretta sul comodino
un altro di Grisham appena letto
altri da sfogliare accatastati in alte pile accanto al letto.

Agosto è da sempre il mese del dolore.
Uno squarcio dentro
sabbie mobili che hanno preso
le persone più care
da sempre.

La malattia d’agosto
non è estate.

Preannuncia lunghi inverni.

La morte di settembre
definì le paure, allora
ogni anno quell’odore impregna casa
impregna ricordi

Nessuna fotografia di chi è andato
Solo fotografie del presente

di un Amore, di un Figlio
di un cane e di due gatti

La ballerina smise di ballare
per farsi nodi nei capelli
mentre il tempo
come una puttana spazzava via tutto.

Spazza ancora via tutto.
Rimangono ricordi.

Li sento nell’aria come allora
quando tutto accadde e non immaginavo
che il vero dolore
avrebbe bussato nella mia stagione di allora,
la più felice

 

 

children

child

 

Amo i bambini. Anche quando rompono le palle
perchè loro di sicuro
hanno un buon motivo.

I bambini hanno sempre un buon motivo.
sarà che hanno occhi puliti
e una bocca che non nasconde niente.

I bambini odiosi di solito
hanno genitori odiosi.
E di solito sono i bambini viziati
ad esserlo.

Ho un amore spassionato per i bambini di paese
o ancora meglio di campagna
che non conoscono animali in vetrina;
che saltano fossi e creano capanne

che sanno dire bugie
– specchio della fantasia –

Amo i bambini che parlano col fuoco
e che hanno denti forti
per masticare le cotenne della vita.

Amo i bambini.
Tutti.
Ma di più i bambini
che vestono scarpe grandi
magari rotte
perchè sono lontani dal mondo dei giudizi.

Detesto i bambini griffati
sempre puliti e idiotamente noiosi
ma la colpa
no, non è la loro

colombella d'oro

Norma Jean

 

"Trentacinque anni vissuti con un corpo estraneo
trentacinque anni
con i capelli tinti
trentacinque anni
con un fantoccio.
Ma io non sono Marylin
io sono Norma Jean Baker.
Perché la mia anima
vi fa orrore
come gli occhi delle rane
sull’orlo dei fossi?"

(Norma Jean Baker)

esperanza

rumori

 

Il rumore della vita
nel respiro di una bambola.

Occhi curiosi cercano il mondo
nel mondo dei grandi.

Il mondo dei grandi
è la tossina del mondo.
Veleni di chi non ha niente da dare
vuoto a perdere

eppure loro ci guardano
ancora speranzosi

bambina, adotta una bambola e ti sentirai mamma
adotta una mamma e sarai una bambola
adotta te stessa e sarai al sicuro

she

e...

 

And you know that she will trust you
For you’ve touched her perfect body with your mind.
And Jesus was a sailor
When he walked upon the water

(Leonard Cohen)

girotondo

pelle

 

Fogli sparsi ovunque.
Fascicoli e pensieri
nicotina e anguria
mentre fuori
tutt’intorno tutto gira

Slacciami la vita
con la depravata delicatezza
d’uno così di passaggio
fra le mie gambe

Sbottonami la camicia
coi denti

Non raccogliere niente di quello che è caduto.

 Movimento ondulatorio
 di un mare forza sette

Sette le scodelle sulla tavola del Re
Sette di bastoni

Rispondo spade
lame e vento

 Vento a piedi nudi
 Vento era il respiro di una donna

allora io prendo parole
come vino rosso
bevo

allegria e leggerezza
 mentre tutto intorno gira

 gira la testa
a volte le palle

tiro un calcio
alla mia, alle tue
(e rido)


giro giro tondo
casca il mondo
casca la terra
tutti giù per terra!