mots

poèsie de la peau

.

Ti commuove la vita
più ruvida della mia pella,
sulla lingua, l’estasi composta
di un mare senza remi
di Te,  lo voglio navigare.

Senza rotte,
senza troppe domande,
all’assenza di domande, Tu lo sai,
io Ti risponderò.

Saranno le Tue mani grandi
a custodire piccoli segreti
a segregarli alla memoria
di quel ch’è stato e di quel che sarà.

Spalancami la bocca in una sopresa
e diluiscimi piano nella Tua sete.

Nei miei seni la commozione
di qualcosa che nemmeno a ucciderla muore
desiderio turgido richiamato dalle Tue labbra,
nuove parole da scrivere insieme.

Nascono così le parole.
Fra l’anima e il cuore, un grande bisogno di dormire
sulla Tua pelle matura, scritte con le nostre lingue

per dimenticare il vizio antico d’Amare.

(non svegliarmi mai da dentro Te)

liberamente scritto