poète

stupéfaction

 

I poeti no, non sono quelli che scrivono poesie.

I veri poeti non allineano parole
I veri poeti
hanno un pozzo nel cuore
che si chiama follia.
I veri poeti hanno cura degli elefanti
e li sentono piangere
anche nell’apparente silenzio
di una vita.

I veri poeti ascoltano
piangere il mondo e ne bevono le lacrime
come se ne fosse  il linguaggio dell’anima
la sorgente.

Ho sete.
E non trovo acqua.

I veri poeti
piangono anche quando ridono
e ridono sempre a salve
si stupiscono

I veri poeti
non hanno difese nel mondo
non scrivono poesie
se non con le lacrime e col sangue

E’ che lo pensiamo inchiostro
e pensiamo ai baci delle rime
e alle carezze delle solitudini
e alle copie invendute
perchè nessuno comprerebbe mai la disperazione
d’un altro

I poeti scrivono
le poesie negli spazi fra le parole
quelli che mai leggiamo

ed è lì tutta la loro
disperazione
tutta la loro infinita
inquietudine

quella che chiamiamo bellezza

Perchè i poeti sognano
e si prendono cura
degli elefanti
come se fossero ancora bambini

e scrivono di tanto in tanto
parole
per mantenersi vivi

i poeti non sanno d’essere poeti

liberamente tratto dai miei pensieri