sur long hiver

indépendance - encore fille
.
Fotografia di T. Violet

.

Troppe notti
in soccorso alle stelle,
ci hanno fatto tremare la notte,
e maledire le disgrazie.

Vita disegna
l’odore della pioggia
negli occhi.

Troppe notti
non si sono mai chiuse al giorno
ed è stato un lungo inverno
senza finestre.

Eravamo
già in capo al mondo
senza capire
dove si posassero al risveglio,
nel buio,

le gambe.

.
trovato
per troppi anni ad ogni risveglio.

mémoires

indépendance - tendrement
.
Fotografia di Vorfas

.

Si spezzano come pane
certi giorni riflessi antichi
come appartenenti ad altra memoria.

Le strade dividono gli orti,
si fortifica fra i sassi
come evidente ricchezza,
il verde della miseria.

Le mani distillano discorsi
in gesti sempre più stanchi,
in sonorità olfattiva
è il ballare dell’erba
sotto i dialoghi del vento.

Ed è così il risveglio:
quell’accostarmi in punta di piedi
 al nuovo giorno:
mentre tutto, (me compresa)

ancora dorme.

.
trovato nelle mani

plutôt que rien

indépendance - historie
.
Fotografia di Katia Chausheva

.

C’è ancora qualcosa di vivo in me
che si ribella alla noia.

Sono gli sguardi lunghi
che muovono a loro modo, l’aria.

Le luminarie
perpetuano il tempo,
lo accostano a quello che non succede,
perchè qualcosa avvenga.

E sarà Natale di nuovo,
come ogni anno sempre e solo a dicembre.

Voglio guardarmi ancora credere
alle bugìe dell’Amore,
guardare la tua ombra arrivare,

perdere fiato
e lì in te,

essere di nuovo l’attimo
in cui tutto nasce e tutto muore.

.
trovato in un graffio

entre nous

indépendance - au bois
.
Fotografia di Elena Baca

.

E ancora allontani giorni
da altri giorni.

La distanza è una schiena
che intravedo sempre più curva
sempre più stanca.

Questa strada
non prevede destini.
Neanche se anticipo i tuoi passi.

Vorrei voltarmi di scatto
e riavvolgere tutti i nostri passi
e diventare aria.

Stare nel primo respiro 
stupito e profondo
 del tuo risveglio.

Farmi da parte,
lasciare passare gli anni
ben oltre i nostri giorni
e vivere con te
– sorretta dalla polvere –

in una bolla d’aria.

.
trovato facendo a pugni col cuore

vingt ans

indépendance_c'était...
.
Fotografia di jesahel_layli

.

Certi giorni
vorrei dormirmi addosso
con quella tenerezza che dà il tempo,
respirarmi addosso
la bellezza d’ogni gesto.

Risvegliarmi
in quella quiete che abita il silenzio;
ruscelli senza terra
dissetano le stelle.

Certi giorni,
anche se vita non mi somiglia
e l’implosione è verità di disincanto,

io ho ancora vent’anni.

.
Trovato nelle mie ginocchia
perennemente sbucciate

lueur

indépendance - c'etait un jour
.
Fotografia di _Neverletmego_

.

Tutto depone a favore del sogno:
verità e opposizione
costeggiano il silenzio.

La verità
è l’urlo dell’anima
in uno sguardo.

Una lotta dura come gli anni,
le fotografie sbiadite, di giorni, di domani
ed il mondo oggi
così come lo guardo
attraverso la memoria dei fatti.

Forse come noi,
 invecchiano anche le stelle.

Malata di vita
colgo dai tuoi occhi
come un fiore nato nell’ostilità del cemento
 il bagliore di un raggio di sole.

.
trovato vivendo.
vivendomi fino alla fine del mondo

c'est qu'il reste

indépendance - dans le bleu
.
Fotografia di earthandskye

.

Distillo così
infiniti giorni senza tempo
nel tempo breve di uno spazio.

Il limite indica
un dove, un’antica verità
che si rinnova ogni giorno
e finchè avrò braccia
sposterò sempre la sedia
per farmi posto.

– Almeno qui, fra pile di discorsi –

Che vuoi che differenza faccia
stare seduta sull’orlo di una parola
o all’ombra del sole alto
che filtra dalle maglie della tristezza.

Fuori continuano a cadere le foglie.
Ogni anno da un punto più alto
un po’ come noi,

con un consapevole
– e quasi sollevato – 
senso di sconfitta.

.
trovato oggi, come ieri,
nel solito graffio

un autre regard

indépendance - regard
.
Fotografia di Jessica Rigley

.
.
.

Per tanti anni ho creduto
d’essere seriamente malata
e mi sono curata con la vita
eccedendo in tutto.

Ora che la malattia
è il dubbio dell’Amore
o, semplicemente il suo frutto,

guariscimi tu
con qualche infuso di ortica
perchè non senta il prurito
del tuo sguardo

proprio lì dove da anni mi cerco
e dove inizia la mia infinita
periferia.

.
trovato nelle mani
in un giorno pieno di attimi.

Attimi, che meraviglia.


Le vent d'automne

indépendance - vivre
.
Fotografia di Katia Chausheva

.

Immagino spesso il tuo respiro
increspare le onde
o, come tempo vuole,
muovere le foglie.

Qui hai lasciato
un bicchiere vuoto e tanto disordine.

Hai lasciato le chiavi di casa
sul disegno di una porta
dicendo ch’è socchiusa
e dove neanche per fantasia s’entra.

Con l’autunno torna solo il vento
a disordinare ogni stanza
e a muovere come presenze,
anche le ombre.

Stanno giocando sulle pareti
e riempiono di incomprensibili urla d’Amore
ogni centimetro d’esistenza.

.
Trovato nel vento d’autunno

prière III

indépendance - voix
.
Fotografia di Martikson

.

Se entro stasera
mi sarà dato rinascere

potrai trovare piccoli germogli
inchiodati come Cristo uomo
fra la luna e le foglie
e un lamento che dalle rovine sale.

Oltre alla polvere
rimane la forza del pianto.

Quello spostare macigni
mentre cerchi
il filo spezzato che libera le stelle.

Tutto succede in un momento.
La torre crolla
e un figlio nasce.

Sapessi che vuol dire aggrapparsi
alle preghiere mute e mutilate
che sovrastano di silenzio in silenzio

un silenzio più grande.

.
Ognuno ha il suo 11 settembre
e nessuno lo ricorda