patience

seule

.

Al di qua del vento
arrivano forti come schiaffi, le tue carezze.

Avrai cura di me?
Riuscirai ad abbandonare i porti senza navi
per salire sul mio piccolo veliero senza mari?

Qui, nella mia solitudine
arrivano come portati dalla salsedine dei giorni
quelle carezze che dimenticasti
sulla spiaggia libera, incolta, del mio cuore.

Un destino come giochi di legni
fra noi e la risacca
s’incontrano come baciate dal sole,
le conchiglie.

Detriti di tempo
come vecchie memorie, ti cercano
come se fossi realmente esistito,
come se fossimo la certezza d’un tempo passato,
come fossimo unica certezza del presente
senza alcun desiderio di futuro.

Non interrogherò più le stelle bugiarde
che sempre disegnano nel mio cielo,
il tuo respiro

.

I miei auguri per l'anno a venire

.
Liberamente tratto dalla pazienza