je voudrais

indépendance - fille

.

Vorrei incontrarmi
lì dove tu m’incontri
e vedermi così
esattamente come tu mi guardi.

Vedessi che luce 
filtra dal tuo sguardo
sulla madia delle mie memorie.

Le briciole di pane
richiamano il volo degli uccelli
e la delicatezza della loro fame
nel beccarle.

M’accarezzi così la solitudine
fra i capelli e la spalla
in una distanza che
ammette ogni mia ignoranza.

Perdonami Beppe,
io sono laureata solo
in malinconia e turbamenti.

.
dedicata a Beppe Costa

.
trovato prima di coricarmi


précieux ami

indépendance - Elvio Cecchi, agosto 2007 - Amico e fotografo personale

.
Elvio Cecchi – Amico e fotografo
 Agosto 2007

..

.
Nel dubbio dell’incertezza
ho lasciato lo spazio del non detto
alla tua mano attenta
che con premura e giocosità
mi cattura.

L’occhio che trapassa secoli di imparzialità
fin dentro, dove la carne
è l’angelo che cela
la maledizione della donna.

E’ nello spazio dell’infinito
che riesci a dare volto alla mia fuga,
agli anni passati a masticare noia,
alla pazienza che è nel gioco della vita,
tesoro e scrigno.

Lì oltre dove spazio e tempo
hanno la dimensione di un pianto,
spoglio la carne
nel tuo occhio dove anche l’altra me
con i seni accoglienti nelle mani,
.

ridendo e giocando
nella preziosità della tua presenza,
si rasserena

.

.

.

Stai dormendo, ora.
E’ l’inizio del tuo compleanno.
Auguri Elvio!

.
Dalle presenze che mi aiutano a sopportare le Assenze.
Dalla Preziosità dell’Amicizia

beau

indépendance - sans défense

.

Senza difese
T’ho fatto attraversare di me, il cuore.

Una mano che Ti cerca dove di noi
finisce senza inibizione la parola;

dove mi accompagni nelle mie ferite
e mi accarezzi piano, con pudore,
la pelle chiara del cuore.

Ti racconto della pazienza
che ha perso tre litri di lacrime
e Tu pazientemente le hai raccolte per farmene prezioso
da tenere stretto sul Tuo cuore.

Il Tuo, cosi bello che mi fai male
 forte come la premura l’abbraccio senza fine
che c’ha dato la luna

Presenza senza coro,
la voce che in Te m’accoglie nelle mani
con la vicinanza della tenerezza,

a Te di ogni nostro volo o inciampo,
ogni mia preghiera
è dovuta

.
dedicato a Te, P

.
Con tutta la stima, l’affetto e l’Amore
dedicato a P.

froid

froid

.

Potrei mai raccontare il mio freddo,
a te che dal tuo mi chiedi gli abbracci che non ho?

Potrei mai, io cieca, essere per te vedente,
il bastone bianco?

La voce assoluta del silenzio
ha in se’ sempre le risposte.

Acqua che scorre dove sono finite le lacrime,
porterà ai margini di noi, probabili risposte,
laddove nel canneto,
ancora dormono, in attesa di risvegli, le anatre.

Un sasso tirato al centro del cuore
non colpisce soltanto,

qualche volta,
uccide

.
Liberamente tratto dalle mani
dal cuore, dai pensieri.
dedicato

fidèle

croire

.

avec des fleurs dans les cheveux

.
Un fiore nei capelli
e uno in terra lì
ai piedi dell’ultimo incontro.

dove l’hai trovato
nell’abisso dei ricordi
restituito alla terra
dall’egoismo di una donna.

Le mani di parole
non donano l’immortalità.
Un volo leggero nel lanciarle al cielo
come devota preghiera.


L’egoismo uccide anche la vita.

Fedeli
sempre si muore

Fidèl

dedicato a Fidèl, Fedele compagno e amico
di Alberto