un autre jour

indépendance - jardin d'une vie
.
Fotografia di E. Larue

.

Attimi
è quello che ora ricordo.

Ridevamo dei nostri malanni,
del ghiaccio nato sul cruscotto
prima che arrivasse gennaio.

Dei sentieri che scava il cuore, Amando.
Era la luce chiara di un istante,
il raccontarci le ombre della vita
viste dagli angoli caldi dell’abbraccio.

Dimmi che non hai più freddo,
che il ricordo di noi, 
ci scalderà anche nel giorno della merla.

Si squaglia
– come distratto dal tempo –
il quadro
che vide perdersi dietro a un viale,
due amanti.

Noi eravamo quelli che osservavano
il cadere delle foglie
e che tiravano i calci alla luna
prima che s’aprisse
sul viale ormai vuoto,

il giorno.

.
trovato facendo a pugni con le assenze