défiler

nue

 

E’ quando mi vesto di tante certezze
che io ne ho meno.

E’ così che Ami spogliarmi
per rivestirmi delle mie insicurezze.

Incastro sempre il pensiero migliore sulla cerniera
Se scende si schiude la speranza
Se sale… qualcosa si chiude.

E’ da come le guardi le cose
che le cose salgono o scendono
da sentirsi sempre in altalena

dal cuore in gola
e i pensieri fra le cose che mi togli
e altre di cui mi vesti

Ho l’anima in passerella
e la gonna tesa
da inciamparci sopra e ridere incautamente
mentre la sfilata dei sensi continua.

modellononsocome

Indosso un abitino fuori moda
di quelli all’antica un pò demodé
ma tanto che importa se tu stai su tutte le cuciture
e me lo strapperai appena risalgo sui tuoi pensieri?

Meglio starci in camicia
visto che son nata senza
così almeno avrò l’illusione d’averla anche io
una camicetta griffata
anzichè sempre e solo graffiata
dai tuoi pensieri.

E ora rivestimi delle tue certezze
perche io possa starci comoda
come se fosse la tua.

Rivestimi l’anima
(e spogliami il resto)

liberamente tratto dalla mia sfilata di parole
(non sempre sensate)
jeux de mots

écorce

mon petit coeur

 

Mon petit coeur
è un foglio ritagliato dalla grazia dei sensi
e dal ruvido passaggio di emozioni.

Mon petit coeur
è stata la carta igienica
più ruvida della carta vetro
e più ruvida di pensieri oltraggiosi.

Mon petit coeur
non porta mai le mutande
e quando piscia, si piscia addosso tutto.

C’ho un cuore incontinente
e il culo in alto mare
da navigare senza coordinate
se ci entri col tuo cuore
prima che con l’uccello

C’ho un cuore in carta pesta
che tengo appeso sui rami secchi della tua vita
tanto da dirmi che è natale
e che natale tornerà
e che terrò quel cuore appeso
in ogni stagione
come se fosse natale, sempre.

E mi scappa da ridere sai?
Per tutte le cose che ci incidi
come se fosse corteccia.

C’hai inciso un cuore con la freccia
e i nostri nomi
tanto da pensare che siamo ragazzini
e che babbo natale esiste

Mon petit coeur
è così…
che si muove, come si muove a te, altro
e pulsa, come pulsa a te, altro

e che sta in silenzio
fra i rami e il mare
fra le mutande e te

è il sacco a pelo
della tua malinconia

è casa tua.

Liberamente tratto dal quaderno degli esercizi di parole
– Jeux de mots –

lassitude

...

 


Dopo c’è solo stanchezza
da mettere i pensieri ad asciugare.

***

Però Babbo Natale m’ha regalato
un bel paio di mutande
da tendere al sole.

Sei sei il sole, le tendo su di te

liberamente delirato dalla mia stanchezza

la force de la vie

la force de la vie

 

Stavi per morire
fui costretta ad un cesareo che mi avrebbe tolto
il piacere dell’espellerti

Il tuo cuore era stanco
avevi poche possibilità di sopravvivenza
un cesareo sarebbe stata la tua unica salvezza.

Dopo la spinale, m’addormentai.
Tentai di affidarmi alla mia disperazione
e al mio desiderio cresciuto per nove mesi, di te.

Quando uscisti avevi i tratti bellissimi, perfetti
ma eri viola e blu
eri un mostriciattolo che ancora respirava.

Fu tuo padre a ripulirti dalla placenta
e a farti il primo bagno.

Erano le 5,35 di mattina.
Ti avrei riabbracciato alle 12,45.

La vita aveva vinto.
Stavi bene e io piangevo
di infinita Gioia

Fu quello per Noi, il primo Natale.

***

Buon Natale, Tesoro

liberamente tratto dall’Album di Famiglia

prière

prière

 

E’ nell’attesa che nasce la preghiera

La preghiera nasce dal bisogno di certezze
Nella preghiera c’è tutto il dolore
di chi ha bisogno d’essere rassicurato.

***

L’attesa è il momento più lungo e più intenso di tutta la Vita
è lì che nasce la Speranza.

Buon Natale

vie

vie

.

Ama la vita così com’è
Amala pienamente,senza pretese;
amala quando ti amano o quando ti odiano,
amala quando nessuno ti capisce,
o quando tutti ti comprendono.

Amala quando tutti ti abbandonano,
o quando ti esaltano come un re.
Amala quando ti rubano tutto,
o quando te lo regalano.
Amala quando ha senso
o quando sembra non averlo nemmeno un pò.

Amala nella piena felicità,
o nella solitudine assoluta.
Amala quando sei forte,
o quando ti senti debole.
Amala quando hai paura,
o quando hai una montagna di coraggio.
Amala non soltanto per i grandi piaceri
e le enormi soddisfazioni;
amala anche per le piccolissime gioie.

Amala seppure non ti dà ciò che potrebbe,
amala anche se non è come la vorresti.
Amala ogni volta che nasci
ed ogni volta che stai per morire.
Ma non amare mai senza amore.

Non vivere mai senza vita!

Madre Teresa di Calcutta

liberamente tratto dalle preghiere della Santa che Amo