accroc

indépendance - la nuit
.

.
Coltivo ogni notte,
una bugia fra i filari di stelle,
poi l’indosso
come il più prezioso dei gioielli.

Dalla verità della polvere
colgo il giorno che non mente,
il passo lesto che fa la vita
andando.

T’osservo alzarti dal pigiama
in cui cresce il verbo
e tutto quello che non hai detto.

Senza far rumore
hai scucito le righe rosse
per farne sbarre

per la mia mente.

.
trovato in una tisana di rosaspina

écume

indépendance - inquietude

..
In te piove come
in una pineta d’autunno;
in te nulla asciuga il vento.

Del mare 
senti l’acqua rompersi sullo scoglio
e del rumore della vita
assapori bagnandoti,
 il silenzio.

Altre solitudini
ci accomagneranno,
come nel sempre,

in una pioggia
che lava e separa
gli aghi di vita da quelli di morte.

.

dedicata all’amico e poeta Alberto Giulini

.
trovata nelle onde

toile d'araignée

indépendance  - les temps
.
Fotografia di Ineke Kamps

.
Taci il silenzio
dove il tempo è metamorfosi,
di noi non lo racconterà mai
la mosca al ragno.

Inganna i giorni,
non il dubbio che fu Amarti.

Che bello assaporarti
dall’amaro del mallo di una noce,
dai cespugli di vita
che cresce selvatica,
vivendo.

Ho sfilato tutte le perle
alla femmina,
lasciando crescere sul tuo passaggio,

una ragnatela d’argento.

.
trovato in un giorno di pioggia

prénom

indépendance - rèveil

.

Lascio sempre
i miei giorni fuori posto,

le ciocche di capelli che ricadono
sempre su un gesto,
a presupporre un rimando,
come un riflesso.

Lascio tracciato un nome,
una storia su un foglio di carta
che fu nella sua storia,
parola di foresta
perchè qualcuno fuori dalla mie mura
mi riconosca.

Un nome scritto,
come inciso sulla corteccia,
riporta alla mia storia,

un faticoso
nome di donna.

.
trovato nella stanchezza

histoire rouge

indépendance - histoire de vie

.

Vorrei laccarti le unghie.

Vorrei laccarle di rosso
e guardarti come fossi tu
la femmina del mio desiderio.

Vorrei sentirle affondare dentro la pelle
per misurare la profondità del tuo verbo
e lì coniugare il dolore
al colore vivo della tua assenza.

Vorrei vestirti di primule
per ricordarti la brevità
della primavera.

Coglierti nel silenzio
come frutto della terra.

La mia stagione
è una nuvola scura che sorregge
in un cielo rosso

le stelle.

.
trovato fra gli alari
dentro a un pensiero incandescente

le mouton noir

indépendance - la musique
.
Fotografia di Bertocci
.

C’è stato un giorno,
di quelli che non sfuggono al calendario della vita
in cui ho afferrato un suono
era per strada forse
uno di quei suoni antichi come la dolcezza.

Mi sono afferrata per le labbra
una parola
di quelle faticose da trascinare su per le salite
e l’ho chiamata Speranza.

Ancora oggi,
quando mi porto a pascolare la vita,
 è lei il mio cane.
Abbaia alla luna anche di giorno.

Dietro la collina
nasce ancora oggi
dal nero del mio manto

un peccato vestito di bianco.

.
trovato nelle mani

temps qui changent

indépendance - une petite reine

.
Fotografia di Labo Lau

.
C’è un assoluto in tutto quello che fai.
Ci siamo già visti troppa malinconia
per sintonizzarci sullo stesso domani.

Un cane scava nella terra
il rifugio per un segreto;
l’accompagno cercando nelle tasche
un segreto che sia tuo.

Tanti domani scorrono sotto ai ponti dell’ieri,

Un tempo anche Firenze
guardava l’Arno scorrere.

.
trovato nelle mani